Homepage

Il Ritmo

 

Come riuscire a sentire il tempo...

Ballare sulla musica significa saper percepire gli strumenti percussivi (clave e congas) per allineare il proprio movimento con essi. Ma a volte balliamo perchè sentiamo la musica nelle sue vibrazioni e quindi (conoscendo la tecnica dei passi) ci si muove a istinto, presupponendo che esista un istinto musicale ed un orecchio musicale.

Chi dice di non sentire la musica appartiene al primo gruppo o al secondo ? Cioè se un allievo comunque dichiara di non essere portato per il ballo perchè non sente la musica, attraverso un insegnamento di ascolto ed interpretazione delle percussioni, è possibile portarlo a sentire il tempo o la musica ?

Esiste un istinto musicale ed un orecchio musicale. Chi dice di non essere portato appartiene al 2°gruppo e, attraverso un training può benissimo sviluppare un orecchio musicale (ma difficilmente un istinto musicale) perchè è presto detto. Indicando istinto ed orecchio musicale descriviamo due modi di sentire la musica che sono differenti.

L'orecchio musicale è collegato alla ragione, alla mente ed è qualcosa di matematico; cioè, anche se uno non ha mai ballato e sentito della musica Salsa, comunque messo di fronte a determinate spiegazioni matematiche e logiche, arriva a sviluppare un orecchio musicale (sempre che lo voglia e si impegni ovviamente).
Difficilmente una persona è negata a priori. Molti ritengono di esserlo, ma non si sono mai messi in gioco per provare il contrario ed alle volte si tratta di un rifiuto psicologico che ha altre motivazioni di fondo. In realtà, una volta appresi i presupposti, chiunque può arrivare a sviluppare il senso del ritmo. Differente è il discorso dell''istinto musicale. Il ballo d'istinto nasce dopo parecchio tempo di perseveranza e presuppone avvenuti e superati due stadi:

1. conoscenza e assimilazione delle tecniche (passi, figure)

2. padronanza del ritmo (manipolazione quindi del movimento sulla musica)

Risultante: eliminazione della mente pensante per reazione istintiva alle vibrazioni musicali e nascita di uno stadio di creazione interpretativa del ballo, che va al dì là dei semplici passi o figure, o del conteggio del tempo. Il ballerino si muove sulla musica divenendo naturale. La naturalezza nel ballo non è qualcosa di spontaneo, come potremmo pensare. Anche una scimmia si muove spontaneamente se ascoltare della musica, perchè percepisce le vibrazioni. Ma non sta certo ballando. Si muove. Il ballo nasce dall''assimilazione e messa in pratica di certe regole.Ma finché il ballerino ci pensa, cioè reagisce mentalmente, siamo nel campo dell''orecchio musicale. Quando smette di pensare e reagisce istintivamente ( però le regole le ha già assimilate ) siamo nel campo dell''istinto corporeo. Quest'istinto si esplica attraverso un punto del corpo detto centro motore che è posto sotto lo stomaco. E'' qui che avviene la connessione/decodificazione fra corpo e vibrazioni musicali. E la Salsa diventa .....Natural'!!!!


Musica: ritmo e tempo

Nella musica l''unità del tempo è chiamato battuta. Ogni battuta della musica è fatta di 4 passi. Nella salsa, la maggior parte delle frasi (sia nella musica che nel ballo) copre blocchi di 2 battute, il che significa 8 passi. Tempi forti e deboli. Nella terminologia musicale i passi dispari (n1 n3 n5 n7) sono chiamati battiti forti.

Gli altri battiti sono chiamati deboli. Questa distinzione è importante ai fini della corretta interpretazione. Accenti della musica. Gli accenti sono note (o battiti) più forti delle altre. La distribuzione degli accenti è uno dei fattori che determina il ritmo di un pezzo di musica.

Qui noi introduciamo la più importante differenza fra la musica pop occidentale e la musica cubana (da cui ha avuto origine la salsa). Nella maggior parte della musica pop i passi forti e gli accenti coincidono.

A Cuba la struttura del ritmo è ancora più complicata. E'' basata sulla clave e su altri strumenti di percussione che si mischiano e si alternano l'un col l'altro nel marcare sia i passi pari che quelli dispari. Questo genera lo stile cubano ed è uno dei fattori che rende difficile a un occidentale trovare il ritmo giusto nella salsa.


Ballare sull'1 ...sul 2 ...sul 5 ...o sul 57 ?

I passi base della salsa includono 3 passi per ogni battuta di 4 battiti. Tre battiti sono marcati da un passo mentre il quarto è una pausa. I ballerini con esperienza forse trovano più naturale interpretare questo facendo 2 passi veloci seguiti da uno lento come: veloce, veloce, lento…veloce, veloce, lento…. A volte la pausa è sostituita da un tap (calcetto). Questo è semplicemente una decorazione e non influisce i concetti che ritmici però didatticamente è sconsigliato e non favorisce l''apprendimento. I vostri passi base possono essere sincronizzati con la musica in modi differenti e noi qui vi descriviamo le variazioni più comuni.

Sull''1 - Ballando on One

l' uomo fa un passo avanti sulla battito n. 1 e uno indietro sulla battito n. 5. L''opposto vale per la donna. L''azione di fare un passo avanti e uno indietro nella salsa portoricana è spesso chiamata break, così tu puoi sentire l''espressione break on 1. La pausa avviene sulla battuta n. 4 e n. 8. Ballare On 1 è probabilmente il più diffuso nel mondo ed è caratteristico dello stile colombiano, dello stile L.A. e dello stile cubano contemporaneo (specialmente con la musica Timba).

Sul 2 - Ballando on Two

Ci sono due modi di ballare on Two uno è quello maggiormente usato a Puerto Rico dove è chiamato on clave e a Cuba dove è spesso chiamato contra tiempo ed è tipicamente usato per ballare Son. L''altro stile on.2 è tipico di New York ed ha origine nella scuola di Eddie Torres.

In clave

Ballando in clave l''uomo fa un passo avanti sulla battito n. 2 e indietro sulla battito n. 6 Di nuovo questo è invertito per la donna. Fondamentalmente eseguiamo la stessa sequenza come se ballassimo on.1ma col break on 2. Questo può  sembrare una mera formalità ma, musicalmente, fa una grossa differenza. Ora il break passa dai sui battiti forti (che non portano nessun accento nella salsa) alle battute deboli (che portano gli accenti).

Come abbiamo spiegato prima, questo cambia la sensazione del ballo. Inoltre, ora le pause cadono sulle battute n 1 e n, 5, che sono i battiti forti. Questo pone maggiore enfasi nelle pause, paragonato al ballare On.1. Risulta pertanto in una sensazione di forte sincope e in un senso di dover inseguire la battuta. Questo spiega perché qualche  ballerino dice che ballare on 2 sembra più lento.

Chiaramente la velocità della musica è la stessa e i movimenti sono gli stessi, quindi in pratica niente in realtà avviene più lentamente. Questa è solo una sensazione che è semplicemente il risultato di sintonizzarsi in modo differente agli accenti musicali.

On Two stile New York

Tecnicamente questo può sembrare un ibrido fra il ballo on. 1 e quello on. 2. Si marcano le prime 3 battito della musica e facciamo una pausa sulla 4 e la 8. Questo è l'influeza della componente on.1 nel ballo  N.Y. style.  La componente del on. 2 è data dall''effettuare il break sul 2 e 6. Differentemente dal ballo in clave, l'uomo fa il passo indietro sul 2 e avanza sul 6 (come al solito, questo è l''opposto per la donna).
Sebbene, tecnicamente, ballare on N.Y. 2, possa sembrare un ibrido fra ballare On 1 e ballare on clave, musicalmente, ballare on NY2 appartiene alla sensazione on.2 e deve essere considerato come ballare On 2. Inoltre i ballerini on clave e i ballerini on N.Y. 2 possono ballare l''un con l''altro mentre tengono il loro passo base, che non è possibile con ballerini On 1. Se provi, ti troverai a scalciare il tuo partner ….ed essere scalciato a tua volta….
Sul 3

A qualche ballerino piace ballare sul 3. Lo abbiamo visto a Cuba e in particolare in qualche paese del Centro America. Molto spesso però, ballare on 3 succede a ballerini On 1 non esperti, che confondono il battito forte n. 3 per il battito n. 1. Questo, per esempio, può succedere quando i ballerini commettono un errore nell''eseguire una figura e finiscono sulla successiva battuta forte. Mentre questo non è necessariamente un errore terribile, è importante rendersene conto per correggerlo.

Homepage

Alessandro          Michela

Tutti i diritti riservati - © Salsanatural.com (2005)